NEWS

spectracell_telomere1-resized-600

Invecchiamento e telomeri

È di que­sti giorni l’entrata in com­mer­cio di un test che valuta la lun­ghezza dei telo­meri, i cap­pucci pro­tet­tivi dei nostri cro­mo­somi che, accor­cian­dosi ad ogni divi­sione cel­lu­lare, deter­mi­nano quanti cicli cel­lu­lari sono ancora a dispo­si­zione e dun­que quanto tempo la cel­lula ha davanti a sé. La com­mer­cia­liz­za­zione di que­sto test è avve­nuta in mezzo alle pole­mi­che e ai dubbi sia di natura tec­nica che etica. Seb­bene il test sia stato svi­lup­pato da Maria Bla­sco, una delle mas­sime esperte in mate­ria, esi­stono ancora dubbi sul valore com­ples­sivo per un orga­ni­smo di un dato estratto solo da un tipo di cel­lule, in que­sto caso dai glo­buli bian­chi. Allo stesso tempo sem­pre più ricer­che mostrano come l’accorciamento dei telo­meri non sia solo legato all’invecchiamento cel­lu­lare ma anche all’emergere di molte malat­tie e per­fino alla mor­ta­lità. Un recente stu­dio pub­bli­cato sull’American Jour­nal of Epi­de­mio­logy ha per esem­pio mostrato come telo­meri più corti siano legati ad un mag­gior rischio di mor­ta­lità in un periodo di 6 anni. Dei 1136 par­te­ci­panti quelli con i telo­meri più corti ave­vano il 60% di rischio in più di morire nel periodo preso in esame. Ma c’è una buona noti­zia: già qual­che anno fa Dean Ornish dimo­strò come cam­bia­menti dello stile di vita sono in grado di aumen­tare l’attività della telo­me­rasi, l’enzima che ripara i telo­meri. Dai suoi studi risulta che ali­men­ta­zione cor­retta, eser­ci­zio fisico mode­rato e medi­ta­zione sono suf­fi­cienti a ripa­rare signi­fi­ca­ti­va­mente i telo­meri, ral­len­tando l’invecchiamento delle cellule.

  • spectracell_telomere1-resized-600