NEWS

myplate_logo

Il piatto unico sostituisce la piramide alimentare — MyPlate.gov

Men­tre in Ita­lia ci si ostina un pò ottu­sa­mente a difen­dere la pira­mide ali­men­tare e si arriva a soste­nere che la dieta ita­liana è per­fet­ta­mente equi­li­brata (mi chiedo allora per quale motivo la mor­ta­lità per dia­bete per esem­pio sia net­ta­mente più alta da noi rispetto alla media euro­pea), in USA è ini­ziata una vera e pro­pria offen­siva con­tro sovrap­peso, obe­sità e sin­drome meta­bo­lica. Come in molte altre occa­sioni anche in que­sto caso il vento del cam­bia­mento non sof­fia per merito delle società scien­ti­fi­che uffi­ciali che appa­iono invece troppo spesso dog­ma­ti­che e con­ser­va­trici. A pren­dere l’iniziativa  è stata Michelle Obama. Già da tempo la First Lady ha avviato una serie di ini­zia­tive a favore di una cor­retta edu­ca­zione ali­men­tare soprat­tutto nei con­fronti dei bam­bini ma ora è andata oltre pre­sen­tando MyPlate (il mio piatto), un gra­fico che rim­piaz­zerà la pira­mide ali­men­tare clas­sica (adot­tata anche in Ita­lia) che è sem­pre stata errata sul piano nutri­zio­nale e in parte col­pe­vole di scelte ali­men­tari mal­sane. MyPlate in modo sem­plice e diretto spiega come “costruire” un piatto unico in cui metà piatto deve con­te­nere ver­dura e/o frutta e l’altra metà viene sud­di­visa tra car­boi­drati inte­grali e pro­teine nobili. La pira­mide ali­men­tare va final­mente messa in pen­sione. Occor­rono approcci nuovi e volti nuovi a pro­muo­verli. MyPlate è una bella ini­zia­tiva e per altro l’idea del piatto unico è esat­ta­mente ana­loga a quella descritta in Man­gia che ti Passa.

  • myplate_logo