NEWS

carote

Carotenoidi riducono il rischio di frattura all’anca

Una ricerca dell’Università Nazio­nale di Sin­ga­pore ha dimo­strato come l’assunzione di caro­te­noidi possa ridurre il rischio di frat­ture all’anca con l’avanzare dell’età, spe­cial­mente negli uomini molto magri. I caro­te­noidi vege­tali sono una fonte pri­ma­ria di pro­vi­ta­mina A e, secondo ricer­che pre­ce­denti, ridu­cono la mor­ta­lità da malat­tie cro­ni­che. Le fonti ali­men­tari di que­sto tipo di vita­mine sono carote, patate dolci, spi­naci, cavolo, papaia, pepe­roni e pomodori.

I ricer­ca­tori hanno esa­mi­nato i dati rac­colti su un cam­pione di 63.257 uomini e donne cinesi, sele­zio­nati per lo stu­dio, iden­ti­fi­cando un totale di 1630 frat­ture dell’anca. L’analisi dei dati ha rive­lato che negli uomini il rischio di frat­tura all’anca è dimi­nuito con l’assunzione di ver­dure, caro­te­noidi vege­tali e in par­ti­co­lare di beta caro­tene con­te­nuto nelle carote.

I ricer­ca­tori hanno inol­tre osser­vato che l’effetto pro­tet­tivo dato dal con­sumo di caro­te­noidi era net­ta­mente più alto negli uomini magri rispetto ad uomini con BMI più alto, senza riscon­trare effetti rile­vanti nelle donne.

Fonte: Caro­te­noids may reduce hip frac­ture risk in lean men, say researchers

  • carote