EQUIPE

Dott. Giannino Busato

Nato a Casier, Treviso, il 21 Agosto, 1934
Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Padova il 9 Novembre 1959 e abilitato all’esercizio della professione nella prima sessione del 1960.
Dopo un intenso tirocinio in Chirurgia presso l’ospedale di Piove di Sacco, in Agosto 1960 è partito per l’ospedale Missionario di Angal, Uganda.
In Uganda il dr Busato è rimasto fino alla fine del 1969 assumendo anche, nel 1966, l’incarico di medical officer in charge dell’ospedale di Lacor, Gulu, uno dei maggiori del Nord-Uganda.
L’attività del Dr. Busato in questo tempo era principalmente quella chirurgica ed ostetrico-ginecologica ed in virtù di questo, nel 1967 ha conseguito presso l’università di Padova la specialità in Ostetricia e Ginecologia con una tesi su un vasta casistica di rotture di utero.
Nell’ospedale di Lacor egli ha anche avviato il servizio di Anestesia, con la collaborazione di uno specialista canadese.
Rientrato in Italia ha scelto di intraprendere la carriera di Anestesista, conseguendo la specialità in Anestesia e Rianimazione, sempre a Padova.
Come specialista ha lavorato presso l’ospedale di Bolzano e poi quello di Treviso come primo Aiuto, conseguendo nel frattempo le idoneità ad Aiuto e Primario e partecipando a numerosi congressi anche come relatore.
Per lo speciale interesse nelle tecnologie, nel 1979 ha conseguito, presso l’università di Bologna, la specialità in Tecnologie biomediche.
Nel 1980, a seguito di regolare concorso, è diventato Primario di Anestesia e Rianimazione presso l’Ospedale di Gorizia. In tale sede ha fondato ed organizzato il Reparto di Rianimazione ed è stato uno degli iniziatori in Italia dei servizi di Cure palliative e terapia del dolore, sviluppando in particolare le cure domiciliari.
Tutte queste attività cliniche ed organizzative sono state ovviamente accompagnate da intensa attività formativa con partecipazione a corsi (ripetutamente ad Oxford per la Terapia del dolore e le cure palliative) e pubblicazioni varie
A Gorizia, nel 1984, il Dr Busato ha fondato -e poi presieduto fino al pensionamento- l’Associazione Alpe Adria di Anestesia, Rianimazione e Cure Palliative, associazione che oltre ai continui scambi fra soci, annualmente teneva un convegno scientifico con partecipanti italiani, sloveni, austriaci, croati e altri del nord-est europeo.
Nel 1998, completata la carriera, si è ritirato dall’Ospedale di Gorizia (ora USL N.2 del FVG) ma subito ha ripreso l’attività con regolare contratto di consulenza di Anestesia presso l’USL N.2 del Veneto, nell’ospedale di Feltre fino al 2010.

Il Dr Busato è spesso intervenuto anche in dibattiti pubblici sia su argomenti di politica sanitaria sia come divulgazione di argomenti di etica sanitaria.

Durante tutti questi anni, come membro dell’ONG “CUAMM-Medici con l’Africa” di Padova, ha continuato a dare il suo contributo allo sviluppo dell’Anestesia nei Paesi in via di sviluppo con numerose missioni e corsi. Sempre ad Oxford il Dr Busato ha partecipato a due corsi del British Council su Anestesia per i Paesi in via di sviluppo; a seguito di ciò collabora regolarmente alle pubblicazioni di World Anaesthesia.
IL Dr Busato da sempre collabora alla progettazione ed alla distribuzione di strumentazione anestesiologica per il Terzo mondo e cura la formazione degli addetti secondo la filosofia della appropriatezza e della sostenibilità
In particolare ha dato la sua collaborazione ad Enti che si occupano di sanità ospedaliera nel Terzo mondo come il CUAMM_Medici con l’Africa ed in particolare, come vice presidente dell’ONG Bethania Hospital Services di Padova, ha tenuto annualmente dal 2004 corsi di Anestesia nel Sud-Kivu, culminati in un Master annuale nel 2008 e poi nella fondazione di una scuola regolare per Tecnici di Anestesia ora molto attiva in collaborazione con le Autorità sanitarie del ministero congolese e con il contributo di numerosi specialisti italiani.
E’ impegnato regolarmente nella formazione di personale per l’anestesia e nell’organizzazione di servizi anche in Sud-Sudan e in Uganda oltre che in consulenze in Italia per Enti operanti nel Terzo Mondo.